Vedi più dettagli

Rosaltrof è un gel che idrata e governa la mucosa vaginale. Formulato con acido ialuronico, liposomiale, luppo strato e vitamina E, Rosaltrof migliora la naturale idratazione della vagina e mantiene l'elasticità dei tessuti.

- Compatibile con i conservante

Offerta Maschera phyto Per l'acquisto di un prodotto Phyto

*Lo sconto si applicherà al carrello.

Prezzo di listino: 19,24 €

17,57 €

Prezzo di listino: 19,24 €

17,57 €

O

Dettagli

Rosaltrof Gel Vaginale è formulato con acido ialuronico, liposomiale, lupus estratto e vitamina E.

Aiuta a migrare la naturale idratazione della vagina e permette la regolazione della mucosa vaginale. Mantiene ampia elasticità e idratazione dei tessuti perivaginali e vaginali.

La componente vegetale naturale dello strato di lupus rafforza l'azione dell'acido uronico, stabilizzando e proteggendo la mucosa vaginale. Favorisce la rigenerazione dell'epitelio vaginale durante i sintomi della menopausa, per mancanza di estrogeni.

Compatibile con l'uso di conservanti.

modalità di impiego

Applicare tutto l'interno della vagina con l'applicazione, preventivamente con 2,5 g di gel vaginale. Il gel deve essere applicato un giro al giorno per 7 giorni consecutivi (preferibilmente prima di coricarsi), quindi dovuto turno alla settemana.

Può essere applicato anche nell'area perivaginale (apertura vaginale e area genitale sternale adiacente) per rimuovere la sezione vulvare. L'utilizzo perivaginale può anche aiutare a facilitare e rapporti sessuali.

composizione

Acqua purificata, glicole propilenico, etanolo denaturato, estratto di luppolo (Humulus lupulus), lecitina di soia (E-322), carbomer, sale sodico metil paraidrosibenzoato (E-219), colesterolo, imidazolidinil urea, sodio edetato, acido ialuronico Paraidrilibenzoato sodico parapidrosibenzoato (E-217), dl-alfa tocoferolo (vitamina E), idrossido di sodio.

Domande su ROSALTROF Gel Vaginale 50ml

Non ci sono ancora domande, sii il primo a farne una!
Fai una domanda

Opinioni di ROSALTROF Gel Vaginale 50ml

Aggiungi opinione